Guida al superbonus 110%

ecobonus-110%

Il 24/07/2020 l’Agenzia delle Entrate ha finalmente pubblicato la Guida al superbonus 110%, tale guida illustra l’agevolazione introdotta dal Decreto Rilancio, fornendo altresì indicazioni sulla possibilità introdotta di cedere la detrazione o richiedere al fornitore uno sconto immediato, con la possibilità per quest’ultimo di cederlo ulteriormente.

IMMOBILI INTERESSATI AL SUPERBONUS 110%

Può essere chiesto per le spese documentate, sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 relative ad interventi effettuati sulle parti comuni di edifici condominiali, sulle unità immobiliari indipendenti e sulle singole unità immobiliari (fino ad un massimo di due).

SOGGETTI INTERESSATI AL SUPERBONUS 110%

  • Condomini
  • Perone fisiche che non esercitano arti e professioni
  • Iacp (per spese sostenute dal 1 gennaio al 30 giugno 2022)
  • Cooperative di abitazione a proprietà indivisa
  • Organizzazioni non a scopo di lucro e di volontariato
  • associazioni e società sportive dilettantistiche solo per i lavori destinati ad immobili o parte di strutture adibite come spogliatoi.
La guida chiarisce che i soggetti Ires (e, in generale i titolari di reddito d’impresa o professionale) possono accedere al Superbonus solo per la partecipazione alle spese per interventi trainanti, effettuati sulle parti comuni di edifici.

INTERVENTI AMMESSI

PRINCIPALI

Interventi di isolamento termico degli involucri edilizi:

Per tali interventi il Superbonus è calcolato su un ammontare complessivo delle spese pari a: 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari funzionalmente indipendenti, site all’interno di edifici plurifamiliari.

  • 40.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio, se lo stesso è composto da due a otto unità immobiliari.
  • 30.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio, se lo stesso è composto da più di otto unità immobiliari.

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni:

Si tratta degli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici, di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati destinati al riscaldamento, al raffrescamento  – nel caso che si installino pompe di calore reversibili  – e alla produzione di acqua calda sanitaria.

Interventi antisismici (sismabonus)

 

AGGIUNTIVI

Interventi di efficientamento energetico:

Ai fini del Superbonus, gli interventi di efficientamento energetico, trainanti e gli eventuali trainati di cui all’articolo 14 del citato decreto-legge n. 63 del 2013, devono assicurare, nel loro complesso, anche congiuntamente agli interventi di installazione di impianti fotovoltaici con eventuali sistemi di accumulo, il miglioramento di almeno due classi energetiche ovvero, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta.

  • Installazione di impianti solari fotovoltaici;
  • Infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

 

CERTIFICAZIONI

E’ necessario richiedere il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta, rilasciato dai soggetti incaricati della trasmissione telematica delle dichiarazioni.

L’asseverazione tecnica è l’insieme dei documenti tecnici che riassume i requisiti tecnici per ottenere l’agevolazione fiscale.

L’asseverazione dell’efficacia dei lavori per ridurre il rischio sismico.

 

I tecnici abilitati, rilasciano le predette attestazioni ed asseverazioni, previa stipula di una polizza di assicurazione della responsabilità civile, con massimale adeguato al numero delle attestazioni o asseverazioni rilasciate e agli importi degli interventi oggetto delle predette attestazioni o asseverazioni e, comunque, non inferiore a 500.000 euro, al fine di garantire ai propri clienti e al bilancio dello Stato il risarcimento dei danni eventualmente provocati dall’attività prestata.

 

DOCUMENTI DA TRASMETTERE

Una copia dell’asseverazione riferita agli interventi di efficientamento energetico è trasmessa esclusivamente per via telematica all’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) secondo le modalità stabilite dal decreto del Ministro dello sviluppo economico.

 

Angela Lo Bello