Interessi legali: cosa sono e cosa occorre sapere - CB Amministrazioni - Amministratori di Condominio a Torino e Milano

Interessi legali: cosa sono e cosa occorre sapere

Di seguito i tassi legali applicati dall’anno 1942

GiornoMeseAnnoTassoDecreto Ministeriale
21Aprile19425.0%Art. 1284 c.c.
16Dicembre199010.0%Legge 353/1990 e Legge 408/199
1Gennaio19975.0%Legge 662/1996
1Gennaio19992.5%D.M. 10/12/1998
1Gennaio20013.5%D.M. 11/12/2000
1Gennaio20023.0%D.M. 11/12/2001
1Gennaio20042.5%D.M. 01/12/2003
1Gennaio20083.0%D.M. 12/12/2007
1Gennaio20101.0%D.M. 04/12/2009
1Gennaio20111.5%D.M. 07/12/2010 G.U. 292 del 15/12/2010)
1Gennaio20122.5%D.M. 12/12/2011 G.U. 291 del 15/12/2011
1Gennaio20141.0%D.M. 12/12/2013 G.U. 292 del 13/12/2013)
1Gennaio20150.5%D.M. 11/12/2014 G.U. 290 del 15/12/2014)
1Gennaio20160.2%D.M. 12/12/2015
1Gennaio20170.1%D.M. 12/12/2016
1Gennaio20180.3%D.M. 12/12/2017 G.U. 292 del 12/12/2017
1Gennaio20190,80%D.M. 12/12/2018 in G.U. n. 291 del 15/12/2018
1Gennaio20200,05%(D.M. 12/12/2019)
1Gennaio20190,80%D.M. 12/12/2018 in G.U. n. 291 del 15/12/2018
1Gennaio20200,05%(D.M. 12/12/2019)
1Gennaio20210,05%(D.M. 12/12/2019)

Interessi legali e locazioni

Quando si va in affitto, molto spesso, l’inquilino è tenuto a versare un deposito cauzionale al proprietario per fermare l’immobile, a garanzia dell’impegno contrattuale assunto. Di solito questa somma corrisponde a tre mensilità di canone e viene restituita al proprietario una volta che il rapporto di affitto si esaurisce, se non vengono riscontrati danni all’immobile. Attraverso questa somma, il proprietario potrà tutelarsi da eventuali danni arrecati all’immobile dall’inquilino o per inadempimenti di natura contrattuale che potrebbero verificarsi.

Un Esempio?

Quando l’inquilino se ne va senza dare preavviso e senza pagare alcuni canoni di locazione. In quel caso il deposito potrà giustamente essere trattenuto dal proprietario dell’appartamento. Su questa cauzione vengono però maturati degli interessi. Infatti, il Codice Civile, all’art. 1284, prevede che per il solo fatto che si disponga di denaro altrui questo maturi interessi in percentuale, sulla somma stessa.

Il tasso di interesse legale

Serve a quantificare il valore del tempo durante il quale l’inquilino ha lasciato la cauzione nelle mani del proprietario. Il calcolo avviene in ragione del tasso di interesse legale definito con Decreto del Ministero delle Finanze. La percentuale del tasso di interesse viene pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale non oltre il 15 dicembre dell’anno precedente a quello cui il saggio si riferisce. Questo dato viene calcolato sulla base del rendimento medio annuo lordo dei titoli di Stato e del tasso di inflazione annuo registrato e ha valore con decorrenza dal 1 gennaio. Già da alcuni anni però, gli interessi legali collegati ai tassi in vigore in Italia, segnano valori particolarmente ridotti. Gli eventuali interessi superiori alla misura legale devono essere pattuiti e richiedono il consenso del debitore. Devono infatti essere stabiliti previo un accordo delle parti e per iscritto, se si definiscono interessi convenzionali. Diversamente, in mancanza di patto, saranno applicati nella misura legale.

Quali alternative esistono al deposito cauzionale?

Esistono alcune forme di garanzia alternative rispetto al deposito cauzionale, dalla cessione del credito alla fidejussione, già molto diffuse da alcuni anni, a quelle più innovative di tipo assicurativo. Alcune polizze infatti prevedono un esborso iniziale di entità minore, per la gioia degli inquilini, ma che allo stesso tempo garantisce al proprietario massimali superiori a quelli che otterrebbe dal semplice deposito cauzionale.

Via Sobrero 20, Torino 011.4733900
C.so Sempione 39, Milano 02.36728919

I nostri Clienti

Fondi Immobiliari

Proprietà Uniche


 © 2020 CB Amministrazioni.it - All Rights Reserved . PI 07241330013