Nuove norme sulla contabilizzazione del calore

In evidenza gli aspetti tecnici e normativi di maggiore interesse per i condòmini e gli
occupanti delle unità immobiliari
AiCARR, ANACI, ANTA, CNI e CNPI, dopo un attento studio, hanno sottoscritto un documento
condiviso sul tema della contabilizzazione del calore e la ripartizione delle spese nei condomini
relative ai servizi di riscaldamento e alla produzione di acqua calda sanitaria alla luce delle
modifiche introdotte al D.Lgs 102/2014 dal D.Lgs 73/2020.

Questo documento dal titolo “Considerazioni sull’attuazione del D.Lgs 14 luglio 2020, n. 73.
Attuazione della direttiva (UE) 2018/2002 che modifica la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza
energetica” prende in considerazione i punti di maggiore interesse per i condòmini e gli occupanti
delle unità immobiliari (tra i quali, i criteri di ripartizione delle spese, le modalità di lettura da
remoto, le informazioni sulla fatturazione, i costi di fatturazione e la fattibilità economica).

È importante, per le associazioni e i soggetti firmatari del documento, ricordare che “il principio
ispiratore e la finalità del Decreto sono quelli di contribuire all’attuazione del principio europeo
che pone l’efficienza energetica al primo posto”. Senza questa centralità è possibile interpretare in
modo del tutto fuorviante alcuni precetti legislativi.

Le profonde modifiche al D.Lgs 102/2014 e s.m.i. apportate a luglio 2020 dal D.Lgs 73, se non
opportunamente valutate, potrebbero comportare confusione nell’applicazione della Direttiva

nuove norme sulla contabilizzazione del calore

Guida Agevolazioni Risparmio energetico 13102017.pdf

Lascia un commento


 © 2020 CB Amministrazioni.it - All Rights Reserved . PI 07241330013