Teleassemblea

Teleassemblea

l testo del nuovo art. 66 disp. att. del codice civile, appena approvato, è già stato emendato. Un legislatore disorientato e frettoloso si è evidentemente reso conto di avere fornito agli amministratori di condominio ed ai condomini uno strumento teoricamente utile ma in concreto incapace di funzionare.

E’ passato quindi all’approvazione di Camera e Senato l’emendamento  al  Dl 125/2020,  che  rende  possibile  la  “teleassemblea”  quando vi è il consenso della  maggioranza  dei condòmini e non più dell’unanimità come prima richiesto.

Questo  il  nuovo  testo  del  comma  6  dell’articolo  66  delle  Disposizioni  di  attuazione  del  Codice civile:  «Anche  ove  non espressamente  previsto  dal  regolamento  condominiale,  previo  consenso  della  maggioranza dei condomini,  la  partecipazione  all’assemblea  può  avvenire  in  modalità  di videoconferenza. (…)».

Il precedente testo prevedeva che venisse raccolto il consenso di tutti i condomini all’espletamento della teleassemblea; molti interpreti, onde dare piena realizzazione alla norma, già sostenevano che il consenso avrebbe dovuto essere raccolto direttamente in sede di assemblea; oggi l’amministratore  può convocare una riunione assembleare, nel rispetto delle modalità e dei tempi indicati sempre nell’art. 66 disp. att. comma 3, dopo avere ottenuto con qualsiasi mezzo (il nuovo testo non specifica particolari modalità) il consenso della maggioranza dei condomini  all’espletamento della riunione assembleare con modalità telematiche.

Peccato che il legislatore ancora una volta non abbia chiarito a quale maggioranza la legge faccia riferimento, esistendo in materia condominiale, come noto, una pluralità di modalità di computo della maggioranza. Si può supporre che il legislatore abbia voluto riferirsi alla maggioranza assoluta; l’amministratore quindi dovrà acquisire il consenso della metà più uno dei partecipanti prima di procedere alla convocazione di assemblea telematica.

La legge 13 ottobre 2020 n. 126, conversione in legge, con modificazioni, del Decreto-Legge 14 agosto 2020, n.104

La LEGGE 27 novembre 2020, n. 159 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 7 ottobre 2020, n. 125,

Avv Luisa Bianchi

Studio Calamia Bianchi

Contatti

Corso Francia 9
10138 Torino